domenica 15 febbraio 2009

Come curare una Phalaenopsis?

Chi è alle prime armi con le Phalaenopsis potrebbe incontrare qualche difficoltà nella coltivazione di questa affascinante orchidea.
In realtà coltivarla non è difficile, bastano dei piccoli accorgimenti per far vegetare una Phalaenopsis in maniera ottimale.


Avete a disposizione una stanza luminosa con temperature gradevoli?
Bene, questa potrebbe essere la collocazione ideale. Durante l'autunno/inverno potrete collocare la pianta anche a contatto diretto con la luce solare, ad esempio sul davanzale di una finestra non schermata da una leggera tenda: in questo periodo (autunno/inverno), infatti, i raggi del sole non arrecano danno alle foglie mediante scottature fogliari poichè i raggi solari non sono particolarmente intensi, pertanto l'esposizione alla luce diretta è un vero toccasana per la vostra orchidea.

Contrariamente a partire dalla primavera, periodo in cui l'intensità dei raggi solari inizia ad aumentare, occorrerà schermare i vetri delle finestre con una leggera tenda per far si che la vostra Phalaenopsis riceva un buon quantitativo di luce schermata.

Fate attenzione alle correnti d'aria: non sono amate dalle orchidee per cui studiate bene la giusta collocazione evitando di porre l'orchidea in linea tra una finestra ed una porta.

Dunque, una volta individuata la giusta collocazione, potrete stare tranquilli e passare alla seconda fase della cotivazione.

Non di rado mi capita di ricevere domande sia nel blog che nel Forum Orchidofilia riguardanti le innaffiature, principale cruccio di tutti gli orchidofili alle prime armi e non.

Le orchidee durante il periodo invernale non necessitano di grandi innaffiature, anzi, eccedere potrebbe innescare problemi non indifferenti: in primo luogo marciumi radicali, perdita dei boccioli, marciumi fogliari, batteriosi. Anche le vaporizzazioni possono essere deleterie ed innescare marciumi fogliari da cui può derivare la perdita dell'apparato fogliare: le foglie a causa del ristagno dell'acqua tra le ascelle fogliari marciscono e si staccano dal fusto della pianta.

Ricordate sempre che le orchidee nella stagione autunnale ed invernale necessitano di un quantitativo minore di innaffiature, pertanto cercate d'innaffiare solo quando la pianta manifesta un bisogno reale. Nel caso dellle phalaenopsis regolatevi con il colore delle radici: quando queste assumono la classica colorazione argentea potrete fornire un minimo quantitativo d'acqua. Le vaporizzazioni è bene effettuarle al mattino in maniera tale da permettere alle foglie di asciugare.

Le concimazioni potrete effettuarle una volta al mese, se la pianta è in fioritura utilizzate un concime per piante fiorite con un alto titolo di fosforo (P) e potassio (K) rispetto al potassio (N), mentre a partire dalla primavera aumentate l'apporto di azoto (N) e diminuite quello di fosforo e potassio (P) (K).

Argomenti correlati

come innaffiare una Phalaenopsis?

quando una Phalaenopsis perde tutte le foglie

scheda Phalaenopsis

forum Orchidofilia.


Share/Save/Bookmark

65 commenti:

  1. Ciao mi chiamo Stefania e volevo sapere se il sottovaso con argilla espansa è sempre indispensabile per le orchidee.
    Grazie.

    RispondiElimina
  2. Ciao Stefania, il sottovaso con argilla espansa e acqua in inverno non è indispensabile.Molto dipende dall'ambiente di coltivazione: se ad esempio l'aria è secca il sottovaso può aiutare, contrariamente se non ci sono particolari problemi di scarsa umidità puoi anche non utilizzarlo.
    In estate, invece, l'umidità è bene favorirla.

    RispondiElimina
  3. ciao sono antonella,ho avuto regalato una orchidea del tipo Phalaenopsis,e siccome sono alle prime armi,ho letto la desrizione di questa pianta su questo sito e ho notato che nella mia pianta su una delle 4 foglie c'è un piccolo cerchietto marrone e informandomi su questo sito ho scopertoo che è infestata dal parassita del ragnetto rosso.Vorrei sapere come comportarmi?E qual'e la dose giusta di acqua da dargli?grazie

    RispondiElimina
  4. Ciao Antonella, non può trattarsi del ragnetto rosso poichè è invisibile ad occhio nudo per cui il cerchietto di cui parli potrebbe essere cocciniglia. Fai un buon trattamento con Confidor o altro insetticida a base di Imidacloprid (principio attivo). Nel frattempo bassa un batuffolo imbevuto di alcol su tutte le foglie.
    Riguardo alle innaffiature ricorda sempre che il principale nemico delle orchidee sono proprio le eccessive innaffiature
    : innaffia con moderazione solo quando le radici assumono una colorazione argentea, se invece noti che il colore tende al verde ciò significa che la pianta è ben idrata e che quindi non ha bisogno di innaffiature.
    Tieni presente che le innaffiature dipendono anche dalla qualità del substrato, se nel vaso c'è un certo quantitativo di torba questa tenderà a trattenere molta acqua e quindi dovrai essere ancora più parsimoniosa con le innaffiature in maniera tale da non permettere lo sviluppo di eventuali marciumi

    RispondiElimina
  5. Ciao mi inserisco anch'io nell'argomento percho sulle foglie della mia phalaenopsis ho visto un piccolo cerchietto marroncino e penso che sia la cocciniglia...infatti passando il batuffolo con alcol sono riuscita ad asportarla..ora che mi consigli di fare?
    Grazie mille Lilia

    RispondiElimina
  6. Mi hanno regalato una Phalaenopsisi, ho notto che le radici hanno assunto un colore marrone e verde. Come mai?

    RispondiElimina
  7. Ciao anonimo,le radici assumono la classica colorazione verde quando vengono innaffiate o sono umide mentre il colore marrone non è affatto positivo.Evidentemente ci sono radici marce e la cosa migliore da fare è svasare e togliere tutte le radici malandate in questa maniera peservi la salute della pianta.

    RispondiElimina
  8. salve, sto da tempo cercado rimedio ad un problema che affligge le mie orchidee: le foglie presentano delle macchie nere simili a bruciature sulla punta e poi sparse du tutta la foglia, non vedo la presenza di insetti infestanti e non capisco il problema. le piante non sono esposte a luce diretta, ho da poco fatto il rinvaso e questo problema riguarda solo due delle dieci piante che sono tutte messe nella stessa zona. Se potete aiutarmi....grazie.
    Elena

    RispondiElimina
  9. Ciao elena,potrebbe essere un fungo oppure le macchie potrebbero essere dovute ad altre problematiche. Occorrerebbero maggiori informazioni sulla coltivazione, ma soprattutto foto del problema per poter stabilire con chiarezza di cosa si tratta. Inviami se vuoi delle foto al seguente indirizzo

    aurorapetra@gmail.com

    Le orchidee in questione hanno problemi radicali?

    RispondiElimina
  10. ciao a tutti!
    ho tre piantine di orchidee ke ormai hanno finito la fioritura ed ora sono rimasti solo gli steli..cosa posso fare in questa fase? ..così ke vivano bene e rifioriscano...
    grazie

    RispondiElimina
  11. Gli steli se non tendono ad ingiallire puoi non tagliarli poichè potrebbero emettere nuovi boccioli. Per quanto riguarda il taglio dello stelo leggi QUICiao

    RispondiElimina
  12. ciao, chiedo un prezioso aiuto perchè ho acquistato oggi una Phalaenopsis ma sono assulatamente inesperta..
    è fiorita e ha altri 5 boccioli, il problema credo siano le radici di colore marrone, una addirittura è seccata e delle foglie, una è gialla quasi secca, l'altra è seccata.
    Cosa devo fare? Grazie mille.

    RispondiElimina
  13. Ciao francesca80, le radici marroni indicano marciumi quindi occorrerebbe svasare e controllare lo stato delle radici eliminando tutto ciò che risulta marcio e molle. Se vuoi puoi postare delle foto nel forum nella sezione fitopatologie in questa maniera i consigli saranno più mirati.
    A presto.

    RispondiElimina
  14. Per Luisa (involontariamente ho cestinato il messaggio)

    Riguardo al taglio dello stelo taglia soltanto le parti ingiallite, se invece lo stelo ingiallisce totalmente taglia alla base.
    Per ulteriori domande chiedi pure.

    RispondiElimina
  15. da quale punto conviene tagliare l'orchideaa per far in modo che rifiorisca luisa

    RispondiElimina
  16. sono luisa grazie per avermi risposto volevo chiederti l'orchideaa di preciso dove si tagliata per fare in modo che rifiorisca?

    RispondiElimina
  17. Ciao Luisa, se l'ingiallimento non riguarda tutto lo stelo ma solo parte di esso taglia fin dove arriva l'ingiallimento lasciando così la parte verde da cui potrebbe partire qualche nuovo rametto.Se l'ingiallimento arriva fino alla base taglia a circa 2 cm dalla base senza timore.Il prossimo autunno la pianta grazie all'abbassamento delle temperature sarà stimolata ad emettere un nuovo stelo che spunterà al di sotto delle foglie.
    Stai tranquilla che vedrai rifiorire la tua orchidea al momento giusto.;-)

    RispondiElimina
  18. grazie mille per la risposta

    RispondiElimina
  19. sono luisa alla mia orchideea sta nascendo una nuova foglia sopra a quelle che ci sono e sui steli ci sono dei piccoli germogli c'è probabilita che fiorisca la sto curando nel modo giusto?se mi crescono nuove foglie?

    RispondiElimina
  20. Ciao Luisa, la crescita di una nuova foglia e lo svilupparsi dei piccoli germogli sugli steli sono tutti elementi indice di una buona coltivazione. La nuova foglia denota la crescita vegetativa mentre lo svilupparsi delle gemme in corrispondenza dei nodi sugli steli sta ad indicare che l'orchidea al più presto svilupperà nuovi rami e quindi nuovi fiori.
    Fai sempre attenzione alle innaffiature e buona coltivazione.

    RispondiElimina
  21. Ciao, mi hanno regalato una phalaenopsis da qualche giorno e, premesso che di fiori non capisco un accidente, ho il terrore di farla morire. In effetti, sbagliando l'ho già innaffiata 2 volte in 5 giorni ed oggi è comparsa sulle foglie una macchia ovale, come se la foglia si fosse "corrosa" in quel punto.... aiuto!cosa devo fare? è sufficiente non innaffiarla per un po' o devo "curarala"?è un regalo speciale, se morisse non me lo perdonerei!!Grazie Laura

    RispondiElimina
  22. Ciao Laura, in effetti innaffiare così frequentemente la pianta può arrecare danno all'apparato radicale, pertanto, se la pianta ha il vaso trasparente dai un'occhiata al colore delle radici che deve essere verde brillante. Eventuali macchie o parti di radici secche e/o di colore scuro stanno a significare che qualcosa non va.
    Se noti delle alterazioni del colore non esitare a svasare. Per informazioni clicca qui.

    Consulta anche la sezione domande e dubbi
    .

    Riguardo alla macchia fogliare, potrebbe trattarsi di un problema derivante dall'eccesso d'innaffiature oppure da un eccesso di luce.
    Senza una foto non è facile dare una definizione certa ma se vuoi puoi accedere al forum ed inserire una foto della macchia nella sezione Fitopatologie
    Riceverai tutto l'aiuto necessario e il più possibile dettagliato.
    A.

    RispondiElimina
  23. come si svazza l'oerchidea? grazie MARIa

    RispondiElimina
  24. Salve Maria,
    trovi informazioni qui.
    Per altre informazioni non ti resta che chiedere.
    A.

    RispondiElimina
  25. Il fiorista mi ha detto di tagliare le foglie gialle...ma dove si tagliano? e dopo devo mettere qualcosa?

    RispondiElimina
  26. Si tagliano alla base e se possibile si spolvera del cicatrene sui tagli effettuati.

    RispondiElimina
  27. ho la mia orchidea che ha lo stelo tutto rosso che vuol dire cosa devo fare??

    RispondiElimina
  28. Ciao lulu, lo stelo sta semplicemente esaurendo il suo ciclo vitale. Alcuni steli ingialliscono altri diventano rossi, ma il risultato non cambia.
    Devi semplicemente tagliare lo stelo alla base o fin dove arriva il "rossore".

    RispondiElimina
  29. Ciao, adoro le orchidee. Ritiro quelle delle amiche morenti e cerco di curarle. Leggendo piu' su, sullo stelo dovrebbero partire nuovi rami di fiori: a me dalle gemme che si gonfiano crescono sempre delle foglie, praticamente una nuova piantina... Ho lasciato crescere le radici e invasato ma non ce l'ho fatta.grz. Gis

    RispondiElimina
  30. Salve Gis, non ho ben capito qual'è la domanda.

    RispondiElimina
  31. Aurora ciao. Volevo dire che dal ramo che ha fiorito non mi compaiono nuovi boccioli ma foglioline che man mano che crescono danno origine ad una nuova orchidea. Lascio crescere cosi' o devo tagliare e invasare la nuova piantina?? Gia' fatto ma non è attecchita. Spero di essermi spiegata. Grz Gis

    RispondiElimina
  32. Salve Gis,
    devi lasciare che la pianta nata sullo stelo (keiki) emetta radici. Una volta che queste avranno raggiunto la lunghezza di 4- 5cm puoi staccare la pianta ed invasarla singolarmente.
    Ciao

    RispondiElimina
  33. BUON GIORNO VORREI ANCHE IO UN CONSIGLIO SULLE MIE PHAL.
    ALCUNE RADICI SI SECCANO DALL' ATTACCATURA ALLA PIANTA.SECCANDOSI DALL' ATTACCATURA DI CONSEGUENZA SI SECCA TUTTA LA RADICE.NON SEMBRA MARCIUME, ANCHE PERCHE' STO MOLTO ATTENTA ALLE INNAFFIATURE E DALLA TRSPARENZA DEL VASO POSSO VEDERE CHE E' TUTTO OK.
    HO COME L' IMPRESSIONE CHE ALCUNE RADICI PERDANO IDRATAZIONE ( SI SECCANO PROPRIO).POI LE FOGLIE COMINCIANO AD AVVIZZIRSI.HO GIA' PERSO UNA PIANTA IN QUESTO MODO. SPERO QUALCUNO POSSA DARMI BUONI CONSIGLI.GRAZIE IN ANTICIPO, ALE

    RispondiElimina
  34. Ciao Ale, nel tuo caso sarebbe opportuno visionare delle foto perchè dai sintomi non sembra un problema di scarse innaffiature bensì di un eccesso ed in questo caso se non si agisce per tempo si rischia di perdere la pianta.
    Ti consiglio di andare nel forum Orchidofilia ed inserire foto delle radici.
    A presto.

    RispondiElimina
  35. Ho visto in un negozio, delle orchidee ph. coltivate in un vaso con palline di acqua colorate.Va bene? o è meglio la terra? Grazie. Betty

    RispondiElimina
  36. Ciao Betty
    ti sconsiglio questo tipo di coltivazione, è preferibile utilizzare del bark come substrato di coltivazione.

    RispondiElimina
  37. Ciao!
    Per la laurea il 12 dicembre mi è stata regalata una bellissima phal.!
    L'ho presa a cuore come una figlia perciò stò facendo di tutto pur di non farla ammalare e morire!
    Ho letto i tuoi consigli sulle innaffiature (quando vedo il colore delle radici le do un 'pò d'acqua), ma in generale non la annaffio più di una volta a settimana.
    Non ho mai proceduto alle vaporizzazioni..dovrei?
    Quanto al concimarla, è passato da poco un mese. Pensi che dovrei farlo?
    Quando me l'hanno regalata era ancora "Corta" ed aveva molti boccioli chiusi...adesso si è allungata notevolmente e ha schiuso tutti i boccioli..è nel pieno della fioritura e non vorrei danneggiarla!
    Devo comprare un concime con poco azoto ma molto potassio e fosforo ora che è inverno?? (questa parte non mi è molto chiara!).
    Quanto ad altri accorgimenti??
    Ti ringrazio davvero tanto!
    Romina

    RispondiElimina
  38. Ciao Romina e auguri per la laurea!
    Per le innaffiature non devi seguire scadenze fisse ma regolarti in base all'asciugatura del substrato e al colore delle radici. Tieni conto che il substrato ha bisogno di asciugare quasi totalmente tra un'innaffiatura e l'altra e che le radici devono assumere una colorazione argentea prima di poter ricevere un'ulteriore innaffiatura.
    Visto che la pianta è in fiore puoi concimare con un concime ricco di fosforo e potassio, mentre in estate, periodo in cui la pianta si sviluppa molto al livello fogliare, dovrai utilizzare un concime con un più alto titolo di azoto.

    Per le vaporizzazoni devi fare attenzione perchè eventuali ristagni d'acqua tra le ascelle fogliari possono causare marciumi.
    Sarebbe preferibile evitare di vaporizzare in questo periodo poichè le basse temperature potrebbero dar luogo a problemi di vario genere.

    RispondiElimina
  39. Ti ringrazio per gli auguri =D
    Ok perfetto...
    Cmq oggi sono andata a guardare più a fondo le radici e ho notato qlk macchiolina marrone.
    Siccome l'orchidea si trova in un comune vaso di plastica nero, ho paura che le radici non respirino bene, anche perchè si trovano in un mix di bark e torba.
    Pensi che dovrei rinvasarla con solo bark?Perchè a qst punto ho paura che peggiori la situazione a lasciarla li dov'è!
    In ogni caso vorrei farti vedere una foto della radice così da poter valutare tu stessa..
    Dove posso mandartela??
    Grazie ancora ;)

    RispondiElimina
  40. Ciao Romina,
    per postare delle foto puoi accedere al Forum Orchidofilia.
    A presto.
    Aurora

    RispondiElimina
  41. ok...mi sono iscritta e ho fatto le foto.
    Adesso le caricherò..
    Attendo tuoi consigli li allora ;)

    RispondiElimina
  42. mi è stata regalata una phal ma era già in condizione pessime.. con i fiori mosci,che aveva perso i boccioli, con poche (veramente poche) radici buone e il resto giallo/marrone e secche...le foglie sono molle... non saprei come agire... devo svasare e togliere le radici morte? oppure tagliare lo stelo per concentrare l'energie sulla pianta?attendo risposta grazie!!

    RispondiElimina
  43. Salve anonimo, in condizioni del genere un rinvaso è necessario.
    Leggi questo articolo sul Rinvaso
    e se hai dubbi e vuoi essere seguito passo passo sulle varie fasi del rinvaso, accedi al Forum Orchidofilia

    RispondiElimina
  44. ciao aurora
    sono l'anonimo dal messaggio del 01/02/2010...ho procueduto con il rinvaso... mamma mia ha solo tre quattro radici buone ma cortine... per quanto riguarda recidere lo stelo floreale per lasciare più energie alla pianta per riprendersi? è dannoso se i fiori non sono ancora tutti caduti?
    grazie per i consigli!

    RispondiElimina
  45. Ciao Elena, vista la situazione precaria della pianta sarebbe preferibile recidere lo stelo per canalizzare le energie verso l'emissione di nuove radici che con buona probabilità spunteranno in primavera.

    RispondiElimina
  46. Ciao,
    sono arrivata al tuo blog da quello di "giardinofiorito".
    Sono molto lieta di averti incontrato.
    Un slauto
    Kemi

    RispondiElimina
  47. ciao!!avrei bisogno di un consiglio ed è abbastanza urgente!!ho comprato la mia orchidea un paio di mesi fa!!ha 7 fiori e una quindicina di boccioli pronti ad aprirsi!!ho notato che uno di essi sta diventando di colore rossastro,come se si sta seccando, mentre prima era verde come gli altri!da cosa può dipendere?la nebulizzo tutti i giorni e ogni 2 giorni la innaffio!!grazie intanto per l'aiuto!!

    RispondiElimina
  48. Ciao Alessia, è molto probabile che la pianta stia manifestando sintomi da eccesso idrico. Innaffiare ogni due giorni è davvero esagerato ed è anche probabile che sia in atto un marciume radicale. Sospendi le innaffiature ed innaffia solo quando il substrato risulta asciutto e quando le radici assumono un aspetto argenteo. Accertati che non vi siano radici marce all'interno del vaso, se dovessi notare qualche problema alle foglie o alle radici accedi al Forum Orchidofilia ed inseirsci le immagini della Phalaenopsis, in questa maniera la situazione sarà più chiara.

    RispondiElimina
  49. grazie per la risposta!!ho notato delle radici marce ma è in piena fioritura e non credo quindi di poter effettuare un reinvaso giusto?quindi mi limito a moderare notevolmente le innaffiature???ps. le foglie sono perfette!!graZIE MILLE

    RispondiElimina
  50. Se ci sono radici marce e se lo stato della pianta è precario, senza un rinvaso potresti rischiare di perdere la pianta. Valuta bene.

    RispondiElimina
  51. sono luisa la mia orchidea mi sta rifiorendo per la seconda volta da quando lo acquistata ha i boccioli ma vorrei capire come mai ci mette parecchio per aprirsi e quando si apre il bocciolo dopo una settimane sfiorisce come mai?cosa devo fare preciso che la tengo dietro una finestra

    RispondiElimina
  52. Ciao luisa, se le innaffiature non sono abbondanti, se il substrato non è eccessivamente umido e se le radici sono sane la causa va rintracciata nell'inadeguatezza dell'ambiente di coltivazione: aria troppo secca, sbalzi di temp. repentini , correnti d'aria etc.
    In casa questi problemi sono all'ordine del giorno poichè i parametri di coltivazione non sono adeguati.

    RispondiElimina
  53. bellissimo blog!
    Amo le orchidee e tu sei bravissima con le spiegazioni e l'aiuto che dai a tutti noi neofiti appassionati di questa splendida pianta.

    Continuerò a seguirti!
    Grazie!

    RispondiElimina
  54. ciao, arrivo da Kemikonti e ti metto suibito in evidenza nel mio blog, posso chiedere suggerimenti per le mie orchidee che non se la stanno passando benissimo? avrei proprio bisogno di aiuto...

    RispondiElimina
  55. sono luisa volevo chiederle ogni quanto bisogna innaffiarle le orchidee quando ci sono i boccioli??premetto che io la tengo in cucina

    RispondiElimina
  56. Ciao Luisa, intanto dammi del tu e non del lei .
    Per il resto posso dirti che le innaffiature devono essere calibrate in base alle esigenze della pianta ed in particolar modo ai tempi di asciugatura del bark.
    Leggi questo articolo che potrebbe risultarti utile per fugare eventuali dubbi.Come innaffiare una Phalaenopsis

    RispondiElimina
  57. grazie mille per il tuo prezioso consiglio

    RispondiElimina
  58. sono rosa ha differenza di tanti altri che regalano le orchidee,io ho conosciuto questa bellissima pianta con un lutto in famiglia (mia figlia)trovai un giorno questa pianta davanti alla lapide,dopo un po di tempo là portai a casa che non sapevo proprio niente di questa pianta la tenevo come piantina verde,ha metà novembre spuntarono radici e anche uno stelo di fiore,,e da sei anni puntuale che a meta novembre esce uno stelo che a meta gennaio fiorisce,ne abbiamo comprate altre,poi la fiorista del cimitero ,dico che a me fioriscano cosi mi da quelle che non vende sfiorite,ho 15 phalaenopsis e altre che non conosco,,pero e insorto un problema quasi tutte nelle foglie sembrano bagnate ma appiccicose con piccoli ciuffetti bianchi ,,se mi puoi dare un consiglio .....ciao

    RispondiElimina
  59. Ciao rosa è probabile che si tratti di un attacco parassitario, forse cocciniglia. Se vuoi inserire delle foto puoi accedere al forum e saremo lieti di darti una mano più precisa. Comunque nel caso si trattasse di cocciniglia pulisci le foglie con un batuffolo imbevuto di alcol e tratta con prodotto specifico.
    Questo è il link per il Forum Orchidofilia

    RispondiElimina
  60. Salve a tutti, sono Davide e ho cinque piante di phalaenopsis. Premetto che ho quattordici anni quindi non sono per niente esperto nel campo! Ho trovato questo blog molto utile così ho deciso di scrivere. Innanzitutto ho notato ke le foglie delle orchidee che tengo da più tempo (circa un anno) al tatto sono abbastanza flessibili e non più rigide come appena comprate e questo mi ha fatto un po' preoccupare! a cosa potrebbe essere dovuto questo cambiamento?? L'idea che possa farle rifiorire è ancora un sogno, ma la fiorista mi regala continuamente orchidee sfiorite nella speranza che io ci riesca... io annaffio le orchidee circa due volte la settimana e le spruzzo due volte al giorno. Può andare? fino ad ora non ho notato ingiallimenti o macchie di altro tipo quindi mi sento un po' più tranquillo. Per quanto riguarda il fertilizzante ho trovato solamente fialette o comunque contenitori con dentro il concime liquido. Ho però letto che ci vogliono quantità diverse di Azoto Potassio e Fosforo, ma come posso fare con questo tipo di concimi? Loro mi indicano una loro dosatura e la vivaista mi ha detto di seguire quella... sono un pò confuso e in ogni caso come potrei riuscire a cambiare il dosaggio? è necessario quello in polvere? Infine proprio ieri mi hanno regalato una splendida orchidea bianca fiorita, il problema è che questa ha delle macchie marroncine sulle radici verdi e ho paura che possa essere marciume! Se fosse così le radici colpite sarebbero troppe da eliminare e il fatto che alcuni tra i boccioli più piccoli stiano cadendo mi fa appunto pensare che il problema si trovi proprio nelle radici! quale potrebbe essere la soluzione?
    Grazie infinite in anticipo, scusate l'intromissione!
    Davide

    RispondiElimina
  61. Ciao Davide, la perdita del turgore fogliare spesso è dovuto a problemi radicali causati dal marciume.
    Innaffiare due volte a settimana può essere molto pericoloso soprattutto in questo periodo visto che le temperature sono basse.
    C'è da dire inoltre che se il "terriccio" contenuto nel vaso è costituito da bark ma anche da torba..la situazione si complica perchè la torba tende ad inzupparsi d'acqua.Per regolarti con le innaffiature puoi soppesare il vaso ed innaffiare quando questo risulta leggero oppure puoi regolarti in base al colore delle radici che quando diventa argenteo starà ad indicare il momento ideale per innaffiare.
    Per quanto riguarda i concimi le orchidee hanno le radici molto delicate pertanto necessitano di dosi più basse rispetto a quanto indicato in etichetta.
    Attenzione alle indicazioni dei fioristi e company perchè spesso si tratta di consigli senza fondamento.
    Per trovare concimi con diversi dosaggi puoi utilizzare anche concimi per piante fiorite senza problemi avendo l'accortezza di diluire più del doppio il prodotto.
    Per le radici bisogna stabilire se si tratta solo di qualche macchiolina non invasiva oppure di un problema vero e proprio, ma per far ciò bisognerebbe vedere qualche foto.La perdita dei boccioli potrebbe essere dovuta anche al solo cambio di ambiente di coltivazione e quindi al passaggio dal negozio alle mure domestiche.

    RispondiElimina
  62. Ciao! Complimenti per questo blog,davvero molto utile e molto bello! Anche io sono nuova in questo campo e se possibile vorrei avere alcune delucidazioni: la mia orchidea,presunta phal, ha un sacco di foglie tipo 9,non 3 o 4 come si vede nelle foto e non hanno la punta arrotondata come vedo solitamente in giro ma leggermente allungata...possibile sia un ibrido? I fiori sono sicuramente da phal!Appena comprata due di queste foglie (precisamente quelle più alte) si sono ingiallite e io le ho tagliate alla base,so che non è un buon segno...le radici dal di fuori mi sembrano in buone condizioni e ho paura a rinvasare perchè è fiorita,non vorrei stressarla inutilmente. Qualche consiglio?? Grazie mille!!!! Camilla.

    RispondiElimina
  63. Ciao camilla
    l'ingiallimento è certamente un campanello di allarme dovuto ad eccesso d'acqua. Sarebbe preferibile controllare lo stato della pianta e per far ciò accedi al forum orchidofilia.
    Ciao

    RispondiElimina

Inserisci la tua domanda